New armor for Arctic Brigade

soldiers2arctic-mil-ru_The BTR-82A vehicle will be able to operate in minus 60 degrees and 60 cm deep snow. It will be the Russian Arctic Brigade’s first combat vehicle on wheels, sources in the Russian Armed Forces inform.

A total of 20 new personnel carriers of the kind are now being delivered to the Armed Forces, of which several will be included in the Arctic Brigade, a source in the Ministry of Defense tells newspaper Izvestia.

The BTR-82A is a modification of Russia’s armored personnel carriers BTR-82. I will have 300 horse powers and be equipped with a 30 mm automatic gun and a 7,62 mm machine gun.

In 2015, the Arctic Brigade was equipped also with new Vityaz and ТТМ-4902PS-10 belt carriers, as well as terrain vehicles AM1.

The Russian Arctic Brigade has over the last year conducted a string of exercises all over the Arctic, including in the New Siberian Islands, the Taymyr Peninsula and the Novaya Zemlya. In late September this year, the Arctic elite forces trained in the Franz Josef Land and this week they again conducted training in the Novaya Zemlya, the Russian militarey press service informs.

The Russian Arctic Brigade is based partly on the 80th Independent Motor Rifle Brigade in Alakurtti and the 200. Independent Motor Rifle Brigade in Pechenga, both of them located near the borders to Norway and Finland. (The Barents Observer)

Advertisements

La Brigata Artica testa gli equipaggiamenti

Il generale Vladimir Chirkin

Il Generale di Corpo d’Armata Vladimir Chirkin, comandante in capo delle forze di terra russe, ha visitato la scorsa settimana la brigata di stanza a Pechenga, per verificare come stanno procedendo i test sui nuovi veicoli e sui veicoli armati.

Nel marzo 2011 la Russia aveva annunciato che la 200esima brigata di fanteria meccanizzata di Pechenga sarebbe stata riorganizzata come “Brigata Artica” specialmente equipaggiata per la guerra nelle condizioni artiche. Inizialmente era stato annunciato che la brigata sarebbe stata in servizio attivo per la fine del 2011, data poi spostata al 2015. Per quella data la Russia avrà ricevuto i nuovi veicoli programmati per le operazioni in Artico.

Con un annuncio a sorpresa, lo scorso anno la Flotta Settentrionale spiegò che questa brigata ne sarebbe diventata parte integrante dal dicembre 2012.

La brigata a Pechenga ora sta testando i nuovi veicoli, per muoversi nella neve e negli acquitrini GAZ-3351, TTM-3P e DT-3P.

Il GAZ-3351 è un cingolato a doppio modulo in grado di muoversi nella neve e nella fanghiglia. Può trasportare 16 persone o 2500 chili di carico. Il TTM-3P è un anfibio leggero da lavoro.

Il DT-3P è un veicolo armato anfibio in grado di muoversi dove non esistono strade, ma solo direzioni. Può percorrere 700 chilometri senza fermarsi e raggiungere una velocità di 60 km orari.

Dopo aver valutato i vantaggi e gli svantaggi dei veicoli nelle condizioni invernali, il Generale Chirkin ha ordinato di proseguire i test in primavera e in estate.

La 200esima brigata indipendente di fanteria meccanizzata è stata creata nel 1997 dopo una riorganizzazione dell’ex 131esima divisione di fanteria meccanizzata. La brigata è di stanza nella zona di Pechenga-Luostar, a qualche chilometro dal confine con la Norvegia. Il suo quartier generale è insediato a Pechenga.

La brigata include reggimenti di fanteria, un battaglione di carri armati, diversi battaglioni di artiglieria, un battaglione del genio, un battaglione di difesa missilistica area ed altre unità. (Barents Observer)